Come difendersi dal caldo torrido

L’estate è la stagione per molti più bella, ma altrettanto faticosa da affrontare poiché l’afa e le temperature roventi rendono difficile poter affrontare anche una semplice giornata fuori casa. Purtroppo, a volte è indispensabile dover camminare sotto al sole, poiché alcuni luoghi sono raggiungibili solo a piedi. Quali sono i consigli che danno gli esperti per poter difendersi dai raggi solari? Si tratta di piccoli accorgimenti davvero banali, che, però, a volte sottovalutiamo.

In primis occorre individuare quali sono le ore più afose nelle quali è sconsigliato uscire ed esporsi in maniera diretta ai raggi solari: si tratta delle fasce orarie 11-12 e 17-18. Sfortunatamente, non sempre si può evitare di uscire in questi orari, se farlo è proprio indispensabile è fondamentale ricordarsi di coprire la testa con un copricapo e gli occhi con occhiali da sole scuri. Un’ulteriore accortezza è proteggere viso e labbra con appositi prodotti con fattore di protezione elevato.

Attenzione all’alimentazione

Bisogna poi stare attenti a tenersi costantemente idratati, bevendo acqua ma non solo: anche frutta e verdura dall’alto contenuto di liquidi e vitamine fanno parte dell’alimentazione adatta per affrontare il caldo torrido. Attenzione a gelati, ghiaccioli, bevande con il ghiaccio, tenute nel congelatore o comunque ad una temperatura troppo fredda: se consumati troppo velocemente, potrebbero causare congestioni.

Un altro piccolo accorgimento è quello di dilazionare i pasti in diversi momenti della giornata, così da evitare di appesantire la digestione. L’alimentazione deve essere leggera, prediligendo cibi poco grassi ed evitando eccessivi zuccheri, insaccati ed alcolici.

Combattere il caldo in casa

Un piccolo trucco per combattere il caldo estivo sono le gallerie di vento. Basta aprire le finestre di sera in modo tale da generare una corrente tra le varie stanze e tenere chiuse le tapparelle il giorno. Sicuramente lo strumento più efficace per combattere il caldo è, però, il climatizzatore, che oltre a rinfrescare spesso è dotato di funzione di deumidificatore. Utilizzato correttamente è un ottimo strumento per tenere bassa la temperatura in casa, ma il suo difetto è il consumo elevato di energia elettrica, vero e proprio deterrente all’uso dello stesso. Fortunatamente in commercio ci sono dei modelli a risparmio energetico.

Valida alternativa è il ventilatore, specialmente quello da soffitto, molto efficace ed economico in termini di consumi. Bisogna poi considerare che una fonte di calore sempre presente nelle abitazioni è causata da tutti gli strumenti tecnologici che possono generarla, si pensi ai frigoriferi alle luci varie ecc. Un ottimo consiglio è quello di spegnere tutti gli accessori non utilizzati, si evita così sia il caldo che lo spreco di energia.

Un rimedio naturale alle alte temperature, nelle case, negli uffici sono le piante rampicanti. Con esse è possibile creare un avere propria barriera verde. Le piante rampicanti, crescendo attorno alla casa evitano che i raggi del sole possano colpire  l’immobile in modo diretto e conseguentemente abbassano la temperatura.

Caldo e gravidanza

Per quanto concerne le donne in dolce attesa, il caldo può essere nocivo non solo per loro ma anche per il bambino che portano in grembo. In tale situazione è necessario agire con più cautela, ovviamente questi sono solo dei semplici consigli e non costituisce un parere medico. È consigliabile bere molta acqua, almeno un bicchiere ogni 60 minuti specialmente se si è fuori di casa. Indossare abiti non troppo stretti bensì comodi con colorazione chiara, ottima stoffa sarebbe il cotone.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.