Arredare gli esterni, i dettagli che fanno la differenza

Arredare la propria casa, soprattutto se è la prima casa, può essere un momento molto piacevole e divertente, oltre che impegnativo. Anche arredare il giardino è un’attività che può essere considerata piacevole. Se lo si fa bene, però, le soddisfazioni non mancheranno. Ma quali sono le cose che si devono conoscere per arredare gli esterni esattamente con la stessa cura che mettiamo nell’arredo degli interni? Facciamo il punto e vediamo qualche piccolo suggerimento per rendere il nostro giardino il piccolo angolo di paradiso che desideravamo tanto.

Arredare gli esterni, facciamo il punto

Per esterni intendiamo tutti gli spazi della nostra abitazione che si trovano al di fuori dell’edificio, quindi, in buona sostanza, il giardino e la veranda. La veranda è uno spazio a cui in pochi pensano, eppure, se ben sistemata, può essere confortevole e può consentirci di trascorrere diverse ore piacevoli. Per arredare una veranda dobbiamo prima decidere se vogliamo lasciarla aperta o se preferiamo chiuderla in modo da poterla sfruttare tutto l’anno.

Una volta deciso possiamo organizzare gli spazi. Chiaramente, se decidamo di lasciarla come spazio aperto, dovremo pensare a delle soluzioni d’arredo che siano compatibili con gli esterni, quindi che non si rovinino per via degli agenti atmosferici. Se invece optiamo per il chiuso, potremo scegliere gli arredi indifferentemente tra queli per interni o esterni.

Se pensiamo al giardino, le considerazioni da fare riguardano principalmente lo spazio a disposizione. Va da sé che qualora l’area non fosse abbastanza ampia non potremmo pensare a un laghetto giardino o statue con fontane. In caso di uno spazio piccolo tutto andrà ottimizzato in modo che sia certamente esteticamente piacevole, ma anche funzionale.

Quali accessori scegliere

arredare esterniSia che si parli di veranda, sia che si parli di giardino, la regola non cambia, si può pensare di arredare questi spazi in relazione alla casa o per analogia o per contrasto. Questo significa che se la nostra casa architettonicamente parlando ha richiami moderni, potremmo scegliere di arredare il giardino con accessori classici e viceversa, in caso di contrasto, diversamente dovremo abbinare lo stile degli elementi.

Country, shabby chic, moderno, neoclassico, gotico, non importa lo stile, quello che conta è che tutti gli accessori d’arredo siano inseriti in un contesto armonico ed equilibrato. 

Accessori a cui non si può rinunciare

A prescindere dallo stile, ci sono degli elementi d’arredo a cui non si può rininciare, come per esempio a un ombrellone resistente che ci ripari dai raggi solari nei mesi più caldi. Ovviamente, ritornando al discorso arredi, non deve mai mancare un tavolino, per quanto piccolo, e almeno due sedie.

Non va poi trascurata l’illuminazione, nei mesi estivi trattenersi in giardino per qualche chiacchera è piacevole, magari anche solo per prendere il fresco. Inoltre non andrebbe trascurato il discorso zanzare o comunque insetti fastidiosi. Se lo spazio lo consente ci si può organizzare con un gazebo con zanzariera diversamente andranno benissimo le torce anti-zanzara e i repellenti naturali che vi aiuteranno a goder, senza intoppi, i vostri spazi esterni.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.