Arredare con i pouf

Il pouf è una sorta di sgabello costituito interamente da un cuscino con imbottitura, è una seduta molto bassa e solitamente morbida. Se ben scelto, con una forma, una fantasia ed una tonalità in armonia con il resto dell’arredamento costituisce un complemento d’arredo che regala un tocco in più alla stanza in cui viene inserito. Non bisogna, però, dimenticare che si tratta i un oggetto pensato per sedersi. Quindi, la comodità dovrebbe essere sempre al primo posto nella scelta. Inoltre, esistono dei modelli dotati di contenitore, che permettono di risparmiare spazio o di nascondere degli oggetti che si vogliono tenere al riparo da occhi indiscreti.

Come scegliere il pouf ideale

Come ogni elemento dell’arredo che si vuole inserire in una stanza già arredata, bisogna scegliere in relazione ai mobili già presenti, sia per quanto riguarda i colori che i materiali che le forme. Uno stile classico richiama un pouf tondeggiante, ovale, sferico, di tinta neutra come il color tortora. Nelle case arredate con gusto retrò è possibile adattare un pouf in velluto.

Nelle case moderne, dove prevalgono il bianco ed il nero, si può donare un tocco di colore scegliendo un pouf fluo o a contrasto. Oppure, se si hanno divani e poltrone in pelle/ecopelle, è possibile scegliere un pouf coordinato (magari con un divano nero si può scegliere il pouf bianco e viceversa). In questo caso sono indicate le forme geometriche precise e lineari: cubi oppure rettangoli.

Nella stanza da letto, il pouf può essere scelto in diversi tessuti per richiamare i tendaggi. Può anche fungere da sostituto del comodino. In questo caso i due pouf messi alle estremità del letto vanno scelti uguali o almeno molto simili, magari cambiando solo il colore.

Bisogna, però, prestare attenzione anche alla funzionalità. Se si hanno animali, ad esempio, i pouf potrebbero essere facilmente raggiungibili con un salto. Inoltre potrebbero attirare i graffi di un gatto, specie se realizzati in pelle o ecopelle. In questo caso bisognerebbe optare per un pouf sfoderabile e lavabile. Stessa cosa se si intende utilizzarlo a ‘mo di tavolino, in quanto potrebbe rovesciarsi qualcosa sul tessuto e macchiarlo irrimediabilmente.

Pouf per bambini e ragazzi

Come già detto, i pouf possono essere anche dotati di coperchio per riporre al loro interno degli oggetti. Proprio per questo, sono ideali per le camere dei bambini, dato che permettono di riporre comodamente giochi e pupazzi. Inoltre, essendo  morbidi e non eccessivamente alti, consentono agli infanti di utilizzarli comodamente.

I modelli “a sacco” oppure “a cuscini” sono ancora più morbidi e bassi rispetto ai pouf sagomati, e sono la scelta perfetta per i bambini più piccoli in quanto prendono la forma del loro corpo e li invogliano a non sedersi a terra. In commercio si trovano modelli di pouf di molti colori e fantasie, ed esistono anche dei negozi che li realizzano su misura, sia per il rivestimento che per l’imbottitura interna.

Per la stanza di un bambino, inoltre, si può giocare anche con le forme, optando per un pouf a forma di orso gigante, di pallone da calcio, di pezzo di puzzle ecc. Insomma, le idee divertenti per arredare con fantasia la stanza di un bambino o di un ragazzino non mancano, senza rinunciare al confort.

 

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.